I veicoli di Pronto Soccorso sono il primo luogo in cui proteggere qualcuno in difficoltà.

Spesso sottovalutiamo il valore dei mezzi di pronto soccorso. Attraverso essi non solo permettiamo al malato di avere soccorso o al personale tecnico di intervenire rapidamente ma altresì forniamo loro gli strumenti per poter operare in un primo momento in stato di emergenza al fine di risolvere o stabilizzare una situazione. Quasi sempre poi questi ultimi sono destinati altresì al trasporto in altri luoghi di feriti o persone per le quali si è intervenuti.

E’ dunque fondamentale comprendere come innanzitutto i veicoli di Pronto Soccorso rappresentino il primo luogo in cui il soggetto debole e gli operatori debbano essere tutelati da virus, batteri ed elementi organici che possano infettarli o contaminarli. Parimenti poi dopo un intervento gli stessi andranno quindi sanificati laddove per sanificazione non si intende solamente una mera pulizia e disinfezione delle superfici ma altresì una profonda disinfettazione e rimozione di virus e di batteri. Vediamo quindi più da vicino che cosa riguarda il nostro intervento di sanificazione ambulanze.

 

Sanificazione ambulanze: perché è importante?

La Sanificazione è innanzitutto un processo. Questo significa che occorrono in primis le realizzazioni di veri e propri protocolli di operatività da seguire e di prodotti da utilizzare a seconda delle situazioni e delle superfici e casistiche riscontrate.

Affidarsi a una ditta come Sanificazioni Roma è sinonimo di serietà e sicurezza in questo delicato ambito.

Questi veicoli necessitano di particolari accortezze per essere sanificati; essi hanno la peculiarità di dover rappresentare un ambiente sicuro da batteri e virus sia in fase di arrivo di un soggetto potenzialmente fragile o infettabile, sia in fase di rilascio dello stesso onde non permettere il perdurare di presenze batteriche o virulente sulle superfici del mezzo a seguito del trasporto di un soggetto infetto o malato, la qual cosa non solo esporrebbe altri trasportati successivi ma anche gli stessi operatori con ben immaginabili conseguenze per coloro che vi entrano in contatto.

La ditta pertanto, a seguito di stringenti protocolli procedurali e del personale altamente formato procederà alla pulizia prima ed alla sanificazione dopo, di tutte le superfici e le attrezzature utilizzate o presenti nel mezzo.

 

Sanificazione ambulanze normativaautoambulanza privata roma

Le superfici dei mezzi di Pronto Soccorso prima di essere sanificate vanno necessariamente pulite con prodotti e tecniche adeguate. Questa procedura è necessaria in quanto una superficie che sia stata preventivamente pulita presenta naturalmente una minore quantità di agenti infettanti e permette una sanificazione più rapida e più incisiva. In che cosa consiste dunque la  sanificazione ambulanze normativa?

 

La pulizia avviene sostanzialmente attraverso l’utilizzo di 3 tipologie di sostanze:

  • ipoclorito di sodio;
  • etanolo (alcool);
  • perossido di idrogeno (in questa fase utilizzato in forma liquida).

Tutte queste sostanze, utilizzate in modo differente a seconda delle superfici da trattare, non rappresentano pericoli per l’utilizzatore ed agiscono efficacemente in profondità garantendo un ottimo risultato.

Le procedure prevedono di spruzzare o bagnare i supporti monouso da utilizzare per pulire e poi smaltirli senza pertanto utilizzare i composti direttamente sulle superfici da trattare. I supporti monouso quali salviette di carta, cotone o tessuto non tessuto ad esempio, vengono anche differenziati nel colore per agevolare il riconoscimento delle sostanze che vanno utilizzate di volta in volta e la destinazione delle superfici da trattare, favorendo il corretto smaltimento degli stessi dopo l’uso.

I Detergenti utilizzati possono essere poi neutri, a base alcolica, sgrassanti o disincrostanti. A seconda dei diversi risultati che si volessero ottenere e delle superfici da trattare l’operatore sceglierà quindi non solo il prodotto in base alla sostanza ma anche alla sua specificità di utilizzazione necessaria.

interni ambulanzaLa fase successiva è poi la disinfezione o sanificazione che avviene per lo più attraverso l’utilizzo di gas nebulizzati che distruggono qualunque presenza di agente infettante, compreso il corona virus. Attraverso delle attrezzature quali ad esempio il K-cube viene nebulizzato il perossido di idrogeno oppure si crea dell’ ozono con degli ozonizzatori che eliminano in tutto l’ambiente e le superfici ogni batterio e virus rapidamente.

Contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno di una sanificazione ambulanze!