Una delle prime indicazioni che sono arrivate da parte degli esperti all’inizio dell’epidemia di coronavirus è stata quella del lavarsi spesso le mani, proprio per impedire che i germi patogeni possano propagarsi velocemente.

La sanificazione è una metodologia altrettanto importante ed efficace, se effettuata con costanza.

Tra le varie tipologie di sanificazione utilizzate per igienizzare gli ambienti sia interni che esterni, sta prendendo sempre più piede in tutto il mondo quella che utilizza l’acqua ozonizzata.

Un metodo che fornisce molte garanzie riguardo a salute e sicurezza, non ha particolari controindicazioni sia per l’uomo che per l’ambiente ed è anche efficace e veloce.

Per creare l’acqua ozonizzata si deve addizionare l’ozono all’acqua così che si determinino dei forti poteri di ossidazione. 

L’ozono è una molecola che contiene 3 atomi di ossigeno, ha una bassa densità ed è incolore. Quando la sua densità aumenta l’ozono acquisisce un colore azzurro e un profumo di erba fresca molto particolare.

In questo modo l’acqua ozonizzata diviene un potente disinfettante che può essere utilizzato in molteplici modi. 

Per ottenere l’acqua ozonizzata si utilizza un apposito ozonizzatore ottenendo un liquido di grande purezza e ricco di ossigeno.

Acqua ozonizzata: i suoi usi

Tra le funzioni dell’acqua ozonizzata si segnalano la capacità di proteggere dalle sostanze PCB e del freon, di uccidere le larve della tenia

acqua con ozonoÈ in grado di ridurre l’ossidazione chimica: penetrando, ha infatti un elevato potere di ossidazione e di sterilizzazione.

Oltre a questo garantisce anche una prevenzione accurata della contaminazione idrica dovuta principalmente a batteri come la legionella e altri batteri che resistono al cloro.  Ormai da decenni il sanificatore all’ozono è utilizzato per purificare l’aria, l’acqua ed anche nelle terapie idropiniche delle terme, in quanto l’acqua ozonizzata è considerata il più potente elemento battericida e virustatico al mondo.

 

L’acqua ozonizzata, usata nel settore alimentare, riesce ad uccidere rapidamente i batteri e i virus presenti nei cibi e nelle bevande. Quando questi vengono appunto ozonizzati, l’ozono si trasforma in ossigeno e acqua e non vengono rilasciati elementi tossici

Il metodo della sanificazione per mezzo dell’ozono è usato quindi nel settore alimentare ed in quello sanitario, risultando un’alternativa molto valida a quella classica che veniva usata in precedenza, quella chimica.

Nel settore alimentare l’utilizzo dell’acqua ozonizzata avviene non soltanto nelle fasi di confezionamento e della lavorazione dei prodotti, ma anche nella fase di lavaggio, sia che si tratti di carne, pesce, verdura e frutta. In questo modo si migliora la conservazione è si ha una maggiore durata della qualità del prodotto.

trattamento acqua con ozono

Può essere utilizzata non solo nel lavaggio di prodotti alimentari, ma anche di celle frigorifere, macelli, reparti confezionamento, reparti insaccati, magazzini, retrobottega, laboratori; oppure del lavaggio di attrezzature di lavoro, contenitori, veicoli trasporto alimentare…  

Grazie all’ozono, che è un distruttore molto potente dei virus presenti nell’acqua oltre che di muffe e funghi, si ottengono risultati molto importanti. 

Nel settore medico l’acqua ozonizzata si utilizza ampiamente per disinfettare dalle lesioni della pelle ed anche nell’ambito odontoiatrico è molto diffusa.

ozonizzazione acqua

In particolare i dentisti la usano prima e dopo l’estrazione di un dente, in caso di ulcere della bocca e per la pulizia dei denti. 

Essa è un alleato infallibile anche nella pulizia domestica nella vita di tutti i giorni. Infatti, lavare con acqua corrente non serve a nulla, ma la semplice acqua addizionata all’ozono abbiamo visto che acquista un valore detergente e decontaminante molto efficace. È di gran lunga più vantaggiosa rispetto ai prodotti chimici: l’acqua ozonizzata non ha effetti collaterali che possono rovinare superfici, arredi o oggetti, e non danneggia l’ambiente perché è davvero delicata.

acqua ozonizzata benefici

Pulire, lucidare e sterilizzare con l’acqua ozonizzata può rivelarsi davvero una strategia per risparmiare tempo e fatica.

Un altro utilizzo, abbastanza rivoluzionario, è quello per la disinfezione dei capi di vestiario mentre vengono lavati in lavatrice, sostituendo in tutto e per tutto i prodotti chimici, ottenendo anche un risultato sicuro.

Utilizzando l’acqua ozonizzata all’interno della lavatrice si ottengono dei vantaggi che sono quelli dovuti alla delicatezza del trattamento. 

Con l’acqua ozonizzata si potranno impostare anche dei cicli di durata inferiore e questo porterà anche ad un risparmio energetico importante oltre che garantire una maggiore durata nel tempo dei capi di vestiario e dare un beneficio immediato alle persone allergiche che sarebbero invece presenti nel caso di utilizzo di detersivi comuni.

ozonizzazione acque

Un altro vantaggio nell’usare un ozonizzatore acqua è la maggiore longevità garantita alla lavatrice stessa.

Acqua ozonizzata: i suoi benefici

Data la grande potenza disinfettante dell’ozono, l’acqua ozonizzata garantisce un’ azione particolarmente benefica anche quando si utilizza per altre situazioni come ad esempio per la pulizia e la sanificazione delle superfici dei banchi da lavoro, delle attrezzature e dei macchinari negli ambienti artigianali o industriali, ma anche per mobili, tessuti ed oggetti che si trovano all’interno di abitazioni private.

Con l’acqua ozonizzata si riesce a prevenire la contaminazione dei vari cibi, ma anche ad eseguire la decontaminazione degli stessi, a prevenire il loro deperimento mediante un lavaggio accurato, allungando nello stesso tempo la sua conservazione. Questo è molto importante anche per evitare gli sprechi di cibo. 

L’acqua ozonizzata viene utilizzata anche come disinfettante quando si tratta di ferite di animali e di altre patologie.

Grazie alla sua capacità di intervenire in tante casistiche l’acqua ozonizzata permette di avere in casa un prodotto unico per garantire una sanificazione adeguata e nello stesso tempo evitare inquinamenti dell’ambiente.