Cosa sono le pulizie post mortem e a cosa serve questo intervento?

Avrete sicuramente sentito parlare di sanificazione post mortem. Si tratta di un intervento da effettuare quando ci si trova dinanzi il ritrovamento di un cadavere, indipendentemente dalle cause della morte.

Quando bisogna intervenire con le bonifiche post mortem? Quanto è efficace la sanificazione ambientale post decesso? Scopriamo in cosa consistono questi trattamenti.

Il servizio di pulizia e di sanificazione può avvenire in diversi settori, in particolare quando viene ritrovato un corpo deceduto occorre mettere in atto una pulizia post morte professionale, ossia un intervento specifico per disinfettare, igienizzare e pulire l’area in cui è avvenuto il ritrovamento.

Sottovalutare il ritrovamento di un cadavere può portare a delle serie conseguenze per la salute a causa di una serie di rischi di contaminazione che possono derivarne. A tal proposito bisogna assolutamente rivolgersi ad un personale specializzato, il quale adopererà attraverso tutte le strategie necessarie in grado di trattare qualsiasi ambiente o materiale evitando l’elevato pericolo di contaminazione.

Le procedure post mortem sono dunque trattamenti delicati, che devono essere effettuati con i giusti mezzi da mani esperte in grado di determinare la migliore soluzione in qualsiasi contesto.

 

Servizio di sanificazione post mortem: in cosa consiste?

Per comprendere in cosa consiste il servizio di sanificazione post mortem è bene analizzare nel dettaglio tutte le fasi principali di questi trattamenti che possono variare da caso a caso.

Potrebbe capitare a chiunque di trovare un cadavere all’interno di una casa o di un edificio, in altri casi il ritrovamento potrebbe avvenire all’interno di mezzi come camper o automobili. A tal proposito bisogna essere ben informati e agire in modo corretto onde evitare di mettere in pericolo la propria salute.

Le cause di un ritrovamento di un cadavere possono essere molteplici: la morte potrebbe avere un’origine naturale oppure potrebbe trattarsi di un omicidio o un suicidio. Quando si verificano questi eventi bisogna effettuare una bonifica post mortem professionale, ricorrendo ad interventi specifici e mirati per combattere e debellare definitivamente la presenza di agenti contaminanti come virus e batteri.

Indipendentemente dal contesto, sia che si tratti di morte naturale che di un omicidio, occorre necessariamente mettere in atto un’igienizzazione profonda delle aree in cui è avvenuto il fatto, a causa dello stato di decomposizione persona che molto probabilmente è già in atto. Pertanto un corpo in decomposizione può rappresentare un serio pericolo per la salute.

Perché la bonifica post mortem è così importante?

Sanificare o disinfettare le aree del ritrovamento permette di rimuovere non solo le tracce di sporco visibile ma anche gli agenti patogeni come batteri e virus che possono portare all’insorgere di malattie e patologie anche gravi.

Sottovalutare questi aspetti significa correre il rischio di sviluppare dei seri problemi a livello igienico-sanitario.

Grazie all’efficacia e alla professionalità di un team specializzato, si potrà essere certi di aver messo in atto una pulizia post decesso specifica, mirata ed efficiente. Naturalmente se si tratta di un omicidio, per effettuare la sanificazione post mortem bisogna attendere che vengano svolte delle indagini: nel momento in cui si ottiene il permesso di accedere alle aree interessate, gli esperti del settore potranno eseguire i trattamenti speciali per portare a termine le operazioni di pulizia.

 

Sanificazione post mortem, un intervento indispensabile

La sanificazione post mortem è un procedimento indispensabile per mettere al sicuro la propria salute: quando viene trovato un corpo, gli agenti patogeni come batteri, germi e virus possono dare vita a gravi infezioni. Ad esempio le sale utilizzate per effettuare le autopsie sono più soggette allo sviluppo dei virus.

Dopo aver eseguito l’autopsia, è possibile procedere alla fase effettiva di sanificazione la quale mira alla decontaminazione e igienizzazione post decesso. Questo trattamento è fondamentale per la sicurezza di tutti: lo sporco visibile dovrà essere eliminato in maniera completa prima di intraprendere le azioni utili per la disinfezione dopo aver prelevato i campioni organici da analizzare.

Le pulizie post decesso comprendono inoltre degli interventi per rimuovere gli agenti patogeni dalle superfici contaminate dal sangue o da sostanze corporee.

La sanificazione post mortem consiste in un insieme di operazioni atte ad evitare il rischio di infezioni e contaminazioni provenienti da fluidi corporei o da oggetti e superfici contaminate. Generalmente si procede mediante l’utilizzo di macchinari speciali che effettuano interventi di igienizzazione profonda per garantire una corretta sanificazione di ogni superficie e rendere le aree sicure e salubri.

Le competenze dei professionisti permettono di adoperare anche in contesti complessi dove sono presenti corpi in decomposizione garantendo il massimo della professionalità.

La sanificazione post mortem prevede le seguenti attività:

• Detergere le superfici mediante l’uso di formule specifiche
• Eliminare residui organici
• Rimuovere sporco e rifiuti
• Sanificare l’area con macchinari idonei
• Ripristinare la salubrità dell’ambiente

Gli operatori esperti, in seguito ad un attento sopralluogo, stabiliranno i migliori metodi per garantire una pulizia post mortem professionale.

100.00
9.7

Sanificazione Ambientale Tor Vergata

9.9/10

Sterilizzazioni Ambienti Tor Vergata

10.0/10

Trattamenti di Sanificazione Virucidi Tor Vergata

9.3/10

Sanificazione Covid 19 Tor Vergata

9.7/10

Sanificazioni Ambienti Coronavirus Tor Vergata

9.5/10